La mia esistenza

“La mia esistenza è barca stagionata,/ fasciame liso ed albero cadente,/ la vela aperta al vento e sbrindellata,/ la rotta sottocosta, inconcludente./ Dal porto muove poco la sua chiglia/ e sta sul ponte ad osservare il cielo,/ le spalle al mondo, con le stanche ciglia,/ cui l’orizzonte appare come un velo./ Se va, il suo legno solca acque distese,/ la … Continua a leggere

Se lei si dona a tutti

“Se lei si dona a tutti e li accontenta,/ avendo il chiodo fisso di far sesso,/ e voglie notte e giorno ora alimenta/ in chi al suo dolce sito chiede accesso,/ felice io sono, che non è di tutti,/ con quattro baci e abbracci di maniera,/ dimenticare dei momenti brutti/ e illudersi che è sempre primavera./ Così la bella va sfidando gli … Continua a leggere

Fuochi

“Non credere, ragazza, che sia eterno/ quello che stai vivendo in quest’istante,/ se i fatui ardori smorza il rude inverno,/ mentre già ti lusinga un nuovo amante./ Adesso vedi certo angeli in volo/ e senti suoni d’arpa e melodie,/ lasciando con la mente il nudo suolo,/ rapita da romantiche euforie./ Il cielo t’è vicino, già lo tocchi/ e vedi solo chi ti scalda il cuore,/ un … Continua a leggere

Ascoltarne il canto

” La musica che vola sul senso delle cose,/ alzandosi dal suolo con gli occhi verso altrove,/ non dà importanza al grumo di dispute animose/ né ha vigile sentore di ciò che il mondo muove./ Lei culla e nutre note, eteree vibrazioni,/ su fili tesi in aria da un lieve equilibrista,/ in un caleidoscopio di vive sensazioni/ che danno a corpo e … Continua a leggere

Voglia

“Lei qui c’è, non ricordo da quanto,/ ed intorno mi gira corposa./ Non ha più quel profumo di rosa/ che sentivo nei dì dell’incanto./ S’è imbolsita nel corso degli anni,/ dorme molto e ha sapore di niente;/ spesse volte rifugge la gente/ e va quieta, così, senza affanni./ Quand’è sveglia, è un coacervo di frasi/ deprivate di logica umana,/ un … Continua a leggere

Com’arido seme

 “Il tempo disperde per tutte le strade/ rottami e frammenti d’antiche memorie,/ faville di fiamma più fioche e più rade,/ rapporti imbevuti di squallide storie./ E va col suo passo pesante e poi lieve/ dal fondo dei mari ai confini dei cieli,/ con acqua e con nubi che si fanno neve/ e raggi di sole coperti da veli./ Di giorno e … Continua a leggere

Rimini

” Ammasso primordiale/ di molecole adipose,/ come ambra o vischio/ su distese di granchi/ dalla natura umana,/ appena distinguibii/ al centro d’un grande blob/ che scende inesorabile/ a farsi mucillagine/ in un brodoso mare.”

Dolce tortura

“E’ dapprima un viluppo di nulla,/ una tela intessuta di niente,/ una nota soffiata per burla,/ tanto lieve ch’appena si sente./ Poi s’affaccia al barlume dei sensi/ col suo soffio di fragile vita,/ ricevendo leggeri consensi,/ come primula al gelo fiorita./ Ciò che fu ricompare sinuoso/ e riaccende pian piano le voglie,/ un richiamo dal mondo corposo/ che chi spera … Continua a leggere